Tutti uniti contro la guerra

 

24 febbraio 2022

 

Giovedì 24 febbraio abbiamo partecipato al sit-in davanti all'Ambasciata Russa: tutti uniti contro la guerra.

È accaduto ciò che temevamo: Vladimir Putin ha avviato una serie di attacchi militari contro l'Ucraina, dando il via a una vere e propria guerra.
Siamo stati davanti all'Ambasciata Russa, per manifestare a sostegno del popolo ucraino, uniti contro la guerra. È il momento della responsabilità e del sostegno unitario al Governo Draghi, che ha giustamente definito l'attacco ingiustificabile.
.
Carlo Calenda: "La guerra torna in Europa. L'Occidente deve essere compatto. Altrimenti si sbriciolerà. In Italia nessuna manovra parlamentare dei partiti di maggioranza contro il Governo Draghi deve essere più tollerata. E chi gioca a fare il filorusso vada all’opposizione ora. Bisogna capire che il rapporto con la Russia non potrà tornare alla normalità, perché si è posta al di fuori della comunità internazionale e dello stato di diritto.
Questa volta dovremo essere in grado di mettere davvero Putin in un angolo, con sanzioni vere"
.
Matteo Richetti: "Ci troviamo nel decennio in cui si sta concretizzando quello che nessuno avrebbe mai immaginato. Il mondo ha perso il suo equilibrio, milioni di morti per una pandemia sconosciuta e ora la guerra nel cuore dell'Europa. Esiste solo una prospettiva: la pace".
.
Tesseramento 2022 Azione