Trasporti, l'ampliamento dei congiunti è una presa in giro

Lubatti: "Governo specialista di equilibrismi politici, dalla Ministra ci attendiamo regole chiare"

“La Ministra De Micheli ha annunciato la volontà di ampliare il concetto di congiunto ai compagni di classe e colleghi di lavoro, non sapendo come risolvere il problema del trasporto alla ripartenza delle attività nel mese di settembre”, così in una nota Claudio Lubatti, responsabile trasporti. “Dopo il Si Tav, senza però il coraggio di nominare un commissario di governo per non disturbare gli alleati grillini, sarebbe un insulto all'intelligenza degli italiani pensare che nessuno comprende l’incapacità e l’equilibrismo politico di questo Governo, il cui collante sembra sempre di più essere la propria sopravvivenza” .

E prosegue “la Ministra invece di scrivere post su Facebook, dicendo che da mesi stanno lavorando assiduamente per giungere alla presa in giro dell'ampliamento dei congiunti, s’impegni a garantire innanzitutto norme chiare alle Regioni e, almeno per una volta, dimostri di non avere a cuore solo la protezione degli alleati del M5S. Attendiamo presto decisioni nette sulle questioni in sospeso”, conclude.