Tanti Auguri, in Azione!

 

24 dicembre 2021

 

Il futuro di Mario Draghi, un bilancio del 2021 e un grande augurio.

Nella conferenza stampa di fine anno il Presidente del Consiglio è stato, come al solito, autorevole. Il suo arrivo al Governo è stato decisivo, sia per la tenuta di una maggioranza molto ampia che nell'azione dell'esecutivo, improntata al pragmatismo di cui spesso parliamo.

Proprio per questo motivo penso che Mario Draghi debba rimanere a Palazzo Chigi fino al 2023, e oltre. Pensateci, l'Italia ha avuto negli ultimi decenni ottimi Presidenti della Repubblica ma questo non ha evitato un costante declino del Paese. La sfida evidentemente non è "garantire" ma "fare", tanto più oggi con il PNRR in ballo e una situazione pandemica tutt'altro che tranquilla.

Senza Draghi qualsiasi Governo sarebbe oggi molto più fragile e appare praticamente impossibile tenere insieme una maggioranza così ampia. Per affrontare le molte sfide del presente - PNRR in primis - e cambiare il Paese sarebbe più utile che rimanesse alla guida dell'esecutivo.

Ora sta ai partiti prendere una posizione chiara. Noi lo abbiamo fatto. È quello che ho detto questa mattina in un'intervista a La Stampa e, poche ore fa, a L'Aria che tira, di cui potete vedere un estratto qui sotto.

GUARDA IL VIDEO

Mancano poche ore a Natale e voglio fare a ognuno di voi tanti auguri di buone feste. Di cuore. Il 2021 è stato un anno difficile per il Paese ma denso di attività. Senza il vostro supporto non avremmo potuto raggiungere lo straordinario risultato di Roma e proseguire la crescita di Azione, il partito riformista che serve all'Italia, che oggi conta quasi mille amministratori locali e decine di sindaci. 

Anche il 2022 sarà un anno tosto per l’Italia ma continueremo a dare insieme un contributo positivo. Ad maiora.

Iscriviti ad Azione