Lo sviluppo sostenibile non entra in Costituzione per colpa di PD e M5S

Mazziotti: "Il concetto di ambiente è molto più circoscritto di quello di sviluppo sostenibile che include, tra l'altro, la sostenibilità di lungo termine delle misure economiche".

"Sono del tutto fuori luogo le dichiarazioni come quella di Enrico Letta e altri parlamentari che esaltano l’ingresso in Costituzione del concetto di sviluppo sostenibile. Sono stati infatti proprio i relatori Pd e M5S a non volere l’inserimento all’art. 2 della Costituzione del dovere della Repubblica di promuovere uno sviluppo sostenibile anche a tutela delle future generazioni.

Oggi in Commissione al Senato è stato votato soltanto l'inserimento all’articolo 9 della tutela dell’ambiente. È un fatto sicuramente positivo, ma il concetto di ambiente è molto più circoscritto di quello di sviluppo sostenibile che include, tra l'altro, la sostenibilità di lungo termine delle misure economiche per non impoverire chi verrà dopo di noi. Un concetto al quale Pd, M5S, Leu, ma anche tutto il centrodestra, sono da sempre allergici".

Andrea Mazziotti, Responsabile del Programma e Riforme istituzionali.