Sui diritti umani l’Italia è fanalino di coda in Europa

Pontecorvo: "Aderiamo alla petizione di +Europa per l'istituzione di una commissione indipendente sui diritti umani".

"Invitiamo il Presidente della Camera, dove un progetto di legge sull'istituzione di un organismo nazionale indipendente sui diritti umani è arenato in commissione, a rispettare le promesse e a riavviare subito l'iter parlamentare con l'obiettivo di portare il provvedimento in Aula entro la fine di gennaio".

"Aderiamo convintamente alla petizione di +Europa per l'istituzione di una commissione nazionale indipendente sui diritti umani (Firma la petizione: QUI) perché sono passati 27 anni da quando l'Italia ha votato la risoluzione dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite che la impegnava a costituirla. "La lentezza con cui il Parlamento integra nell'ordinamento nazionale gli impegni presi a livello internazionale rappresenta un danno alla credibilità e all'autorevolezza del nostro Paese, soprattutto quando questi impegni riguardano le libertà fondamentali e i diritti umani, particolarmente esposti in questo momento di crisi".

Barbara Pontecorvo, responsabile Diritti umani e discriminazioni di Azione