Stop a esposti infondati contro sindaci come strumenti di lotta politica

 

08 giugno 2021

 

Costa: "Presenterò una proposta che sanzioni gli autori di esposti infondati, fatti solo per ragioni politiche".

"Da tutti i partiti si levano grida di dolore di fronte al proliferare di avvisi di garanzia ai sindaci. Sono gli stessi partiti i cui consiglieri comunali - quando si trovano all’opposizione - usano molto spesso l’Esposto in Procura anziché l’interrogazione. Così facendo sperano che un PM mandi un avviso di garanzia al Sindaco, del quale sono pronti a reclamare le dimissioni. Se poi capita che arrivi una condanna in primo grado per abuso d’ufficio (quelle definitive sono rarissime) scatta la sospensione dalla carica per la legge Severino. In tanti si sono quindi dimessi, salvo poi essere assolti in Appello o Cassazione.

Quando abbiamo presentato gli emendamenti per modificare il reato di abuso d’ufficio, ci sono stati respinti dal Governo gialloverde i cui esponenti oggi esprimono indignazione per quanto accaduto alla Sindaca di Crema. Presenterò a breve una proposta che sanzioni gli autori di esposti infondati, fatti solo per ragioni politiche, che oggi proliferano, perché basta una formuletta dubitativa per non rischiare conseguenze".

Enrico Costa, deputato e responsabile Giustizia

Campagna tesseramenti 2021 Azione