Stop insensato ai nostri emendamenti sulla responsabilità civile dei magistrati

 

10 giugno 2021

 

Costa: "Presenteremo certamente ricorso contro l'ingiustificata inammissibilità". 

"Il Presidente della commissione Giustizia della Camera ha dichiarato inammissibili i nostri emendamenti - presentati al ddl di riforma della magistratura e del Csm - in materia di responsabilità civile dei magistrati.

Ritiene forse il Presidente della commissione che la materia della responsabilità civile dei magistrati - peraltro oggetto di referendum abrogativo - sia estranea a un provvedimento che tratta, tra l'altro, le valutazioni di professionalità dei magistrati, le sanzioni disciplinari, le performance, nonché i meccanismi controllo sull'attività? Si vuole sottrarre al Parlamento la possibilità di intervenire sulla legge 'colabrodo' relativa alla responsabilità civile dei magistrati?

Si ricorda che dal 2010 a oggi sono state presentate 544 cause di responsabilità civile nei confronti di magistrati: su 129 sentenze emesse finora solo 8 sono di condanna. Presenteremo certamente ricorso contro l'ingiustificata inammissibilità. Ritengo che abbia torto chi sostiene che i temi oggetto del referendum non abbiano niente a che fare con le riforme in discussione in Parlamento, ma così facendo il Presidente della commissione Giustizia dà loro ragione".

Enrico Costa, deputato e responsabile Giustizia.

Campagna tesseramenti 2021 Azione