Serve Piano contro l'antisemitismo nelle scuole

Scalfi: "Negli ultimi 15 anni gli atti di antisemitismo sono aumentati dal 2,7 al 15%".

"Serve un piano organico contro il boom di atti negazionisti nelle scuole che sia in linea con la strategia contro l'antisemitismo annunciata dalla Commissione Europea.Negli ultimi 15 anni, come evidenziato dall'Eurispes, gli atti di antisemitismo sono aumentati dal 2,7 al 15% con picchi che si avvicinano al 40% se si comprendono i meri gesti di scherno e provocazione.

Chi nega l'Olocausto di ieri apre la porta a quelli di domani, per questa ragione occorre al più presto l'elaborazione di un piano di educazione civica contro la radicalizzazione da adottare nelle scuole e negli istituti di formazione.Bisogna fare in modo che si diffondano quei semi di conoscenza e memoria che nutrono la speranza di una società migliore e sono l'unico vaccino possibile all'odio e all'oblio".

Laura Scalfi, Responsabile Scuola

 

ISCRIVITI