È necessaria una riflessione su armonizzazione servitù militari

 

25 giugno 2021

 

Camporini: "Una valutazione necessaria tenendo conto dell'accresciuta consapevolezza ambientale".

"Le esigenze di sicurezza e difesa del Paese devono essere armonicamente coniugate con gli altri interessi fondamentali della comunità nazionale e dei territori. Ecco perché è necessaria una riflessione sulle servitù militari, in particolare su quelle che incidono sulla regione Sardegna che, per sue caratteristiche morfologiche e orografiche, oggi ospita poligoni e zone addestrative militari per un'estensione pari a 35.000 ettari, più di metà di tutta l'area dedicata sull'intero territorio nazionale.

È una riflessione necessaria non solo a seguito dell'evoluzione della situazione strategica e dell'aggiornamento delle tecnologie e delle dottrine militari, ma anche tenendo conto delle esigenze connesse con l'accresciuta consapevolezza ambientale, chiaramente riflessa nei lineamenti del programma Next Generation Eu per il rilancio dell'economia dei Paesi dell'Unione. In quest'ottica si potranno sfruttare tutte le opportunità per ottenere le possibili ricadute economiche sui territori interessati, armonizzandolo con la tutela dell'ambiente e della salute."

Vincenzo Camporini, responsabile Sicurezza e Difesa

Campagna tesseramenti 2021 Azione