Le parole di Cotticelli, commissario alla Sanità calabrese, sono la sconfitta di un Paese

Richetti: "Il Governo ha affidato la sanità a un commissario che non ha nemmeno stilato il Piano-Covid".

"La sanità calabrese è commissariata da 11 anni e nonostante i tagli a personale e posti letto esiste ancora un buco di 160 milioni di euro. Ancora nessuno è riuscito a completare il piano di rientro. Il Governo, piuttosto che potenziare e rafforzare le terapie intensive calabresi, si affida ad un commissario che non ha nemmeno stilato il Piano-Covid (non sapeva nemmeno di esserne il responsabile)" è il commento di Matteo Richetti dopo l'intervista rilasciata da Savio Cottivelli, commissario alla Sanità Calabrese, alla trasmissione Titolo V nella quale dimostrava tutta l'incompetenza nell'affrontare l'emergenza legata al Coronavirus.
"La risposta del Governo a questo scempio? Inserire la Calabria tra le zone rosse e, dopo 11 anni, mandare l’ennesimo commissario. Chiudere una regione a causa della debolezza del sistema sanitario (commissariato dal Governo) è la prova lampante della sconfitta dello Stato e del Governo stesso. Questa è la fotografia della sconfitta di un Paese".
.
.
.
.
2X1000