DL Ucraina, peccato per il mancato confronto, la fiducia non diventi regola

 

16 maggio 2022

 

Angiola: "un vero peccato perché la discussione tra i deputati sarebbe stato un momento di confronto politico importante".

Dalla discussione di oggi è emerso, sia nelle forze di maggioranza che in quelle di opposizione, un senso di forte rammarico per il fatto che il testo sia arrivato 'blindato' e che verrà posta la questione di fiducia. Il rammarico nasce dalla consapevolezza che i deputati non abbiano potuto esprimersi ed esercitare al meglio il loro ruolo.

Motivi di ulteriore recriminazione derivano anche dal fatto che la scadenza del decreto è fissata per il 20 maggio e che in commissione sia stata data appena un'ora per il deposito degli emendamenti e soltanto due per l'analisi e la votazione degli stessi. Un vero peccato perché la discussione tra i deputati, che in Senato ha portato a miglioramenti del testo, sarebbe stata un momento di confronto politico importante, pur in un momento molto delicato. Ci auguriamo perciò che questa anomalia non diventi la prassi e che nel frattempo, pur vivendo tempi difficili, continui a prevalere il senso di responsabilità da parte di tutte le forze politiche.

Nunzio Angiola

Tesseramento 2022 Azione