Premiati i professori no-vax, beffa che mortifica il corpo docente

 

29 marzo 2022

 

Scalfi: "Le nuove disposizioni su obblighi vaccinali a carico del personale della scuola sono un pugno sferrato in faccia a tutti gli insegnanti che hanno adempiuto all'obbligo vaccinale".

"Le nuove disposizioni su obblighi vaccinali a carico del personale della scuola sono un pugno sferrato in faccia a tutti i docenti che hanno adempiuto all'obbligo vaccinale, che oltre a salvaguardare la loro salute si sono fatti carico insieme a milioni di altri italiani di un bene collettivo,

Questi docenti, nel corso di questi mesi, hanno garantito didattica e apprendimento; il ministero invece decide di 'premiare gli obiettori' decidendo tra l'altro che la spesa per la loro riammissione sarà a carico del fondo per il premio dei docenti prevista per il prossimo anno.

Docenti riammessi che però non potranno svolgere il lavoro per cui sono retribuiti e il cui loro utilizzo resta avvolto da una nube di indefinibilità. Il ministero premia sostanzialmente chi non si è vaccinato a scapito di tutti coloro che hanno fatto il proprio dovere: mancavano solo le "beffe" per mortificare un corpo docente che da anni lotta per veder riconosciuta la propria professionalità e la propria dignità".

Laura Scalfi, responsabile Istruzione, formazione e ITS

Tesseramento 2022 Azione