Serve un piano di investimenti basato sulla sostenibilità

Tommaso Ferrari: "La giornata mondiale dell'ambiente quest'anno ha un valore ulteriore"

"Non è retorico dire che la giornata mondiale dell'ambiente quest'anno ha un valore ulteriore, da un lato perché l'emergenza Coronavirus ci ha dimostrato in modo plastico quanto pesante sia il condizionamento che l'uomo esercita sul pianeta e sull'ecosistema in cui vive che, nelle settimane del lockdown, si è subito riappropriato dei suoi spazi, con quella forza incontenibile di cui solo la natura è dotata; dall'altro, ed è il fronte più concreto e politico in senso pieno, perché l'occasione della ripresa e degli investimenti ad essa connessi può davvero rappresentare un'opportunità unica e storica per orientare diversamente il nostro modello di sviluppo. Non si tratta della decrescita (in)felice tanto cara ad alcuni populismi, bensì di un massiccio piano di investimenti che facciano ripartire economia, imprese e lavoro imprimendo loro una direzione nuova e coniugando rispetto per l'ambiente, adattamento ai cambiamenti climatici e crescita. Nel caso del nostro Paese dove servono investimenti sul fronte delle energie rinnovabili, delle comunità energetiche, dell'efficientamento energetico, dell'economia circolare e della gestione dei rifiuti, si tratterebbe inoltre di un massiccio intervento di equità generazionale, perché consentirebbe ai nostri giovani di godere di nuove opportunità lavorative oggi, e di un futuro più sostenibile domani".