Per Europa importante avere una moneta digitale, rimane però il nodo tecnologie blockchain

L'Euro digitale permette di ridurre i costi e impedisce che altre valute diventino egemoni nell'eurozona.

"Azione accoglie con favore la dichiarazione della Presidente della BCE, Christine Lagarde: l'euro digitale potrebbe supportare la digitalizzazione dell'economia europea, permettere di ridurre i costi e l'impronta ecologica dei sistemi di pagamento digitali, e impedire che valute digitali straniere o private diventino egemoni nell'eurozona".

"La rivoluzione digitale in atto porterà l’euro digitale nel solco delle criptovalute creando una moneta destinata alla dematerializzazione. Resta il nodo centrale delle tecnologie blockchain che sono decentralizzate, mentre per l''euro digitale' il compito sarà demandato ad un ente centralizzato. È molto importante tenere in considerazione, nell'ottica di questa tecnologia, i meccanismi di AML (Anti-Money Laundering). Per quanto sottovalutati, i software di monitoraggio sono promettenti, così come la tecnologia alle spalle che evidenzia tentativi di eludere i controlli".

Giulia Pastorella, Responsabile Digitale e Gruppo Innovazione - Blockchain