Incidente Trenord: chi ha il potere per cambiare le cose non perda altro tempo

Il servizio deve essere messo a gara il più presto possibile.

Apprendiamo in queste ore che un treno è deragliato a Carnate. Una persona è rimasta lievemente ferita e la stazione ha riportato ingenti danni.
Dalle prime ricostruzioni risulta che “il treno 10776 si è mosso dalla stazione di Paderno senza personale a bordo (macchinista e capotreno). I sistemi di sicurezza dell'infrastruttura sono entrati subito in funzione e hanno instradato il treno verso il binario tronco della stazione di Carnate.” (fonte: Trenord).

Se tali ipotesi fossero confermate, saremmo davanti ad un episodio gravissimo e sbalorditivo che avrebbe potuto causare danni enormi: come è possibile che avvenga una cosa del genere? Cosa non ha funzionato correttamente? Da Trenord e da tutti i soggetti coinvolti ci aspettiamo che venga fatta chiarezza sull’accaduto e, soprattutto, che si avvii un rapido e reale cambio di passo. Infatti, i collegamenti ferroviari che uniscono la provincia di Lecco e quella di Milano versano da troppo tempo in condizioni inaccettabili, tra disservizi quotidiani e una scarsa qualità del materiale rotabile.

Ora, in vista della ripresa dell’anno scolastico e in considerazione dell’emergenza sanitaria che purtroppo ancora ci accompagna, servono impegni concreti e radicali per il miglioramento del servizio ferroviario. Ci auguriamo che l’incidente che ha coinvolto la stazione di Carnate oggi contribuisca ad accendere i riflettori su un problema strutturale molto sentito dai cittadini della zona.


I gruppi di Azione della Provincia di Lecco monitoreranno l’evolversi della situazione, con spirito costruttivo e attenzione.