In Azione per Roma

Ci vediamo alle 19 per rispondere alle vostre domande.

L'obiettivo di Azione è quello di riportare la politica al suo significato originale: l'arte di Governo. Ci siamo sempre battuti per questo, per una politica pragmatica, seria e soprattutto nuova nei modi: mai una critica senza proposta, capacità di riconoscere i meriti degli avversari, senza cadere nell'ordalia dei "fascisti contro comunisti" in cui scompare la realtà. 

Azione è cresciuta costantemente nei sondaggi, nel numero di iscritti e nel radicamento territoriale. A chi mi ha chiesto, in questi mesi, se intendessi candidarmi per fare il sindaco di Roma ho sempre risposto la verità, 
che avremmo sostenuto un candidato che rispettasse le condizioni non negoziabili per Azione: serietà, competenza e senza nessun contatto con populisti e sovranisti. Come abbiamo fatto in Emilia-Romagna per Stefano Bonaccini e non solo.
.
.
.
.
.
C'è solo un dettaglio, nessuno dei candidati di primo piano si è fatto avanti. Forse per la grande difficoltà della sfida, forse perché stanno facendo altro. Allora mi sono chiesto e vi chiedo: c'è una battaglia migliore per dimostrare che un'altra politica è davvero possibile? C'è un'impresa più stimolante ed emblematica che riportare il buongoverno nella capitale d'Italia, anche per dare visibilità e forza ad Azione? No, non c'è.

Dopo un confronto con il Comitato promotore e i referenti sul territorio, 
mi sono ufficialmente candidato ieri sera in un'intervista che puoi rivedere qui sopra. Ma voglio parlarne con voi, motivo per cui sarò in diretta su Facebook oggi alle 19. Rispondete a questa mail per inviare le vostre domande.
.
.
.
.
.
Vi aspetto, in Azione per Roma.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
2X1000