Giustizia, è il momento della separazione delle carriere

Mazziotti: "L'esame alla Camera della proposta delle Camere Penali è un'occasione unica"

"Oggi riprende alla Camera l'esame della proposta di legge popolare promossa dall'Unione delle Camere Penali Italiane. È un'occasione unica per mettere mano davvero alla separazione delle carriere. Anche gli ultimi scandali hanno dimostrato in modo evidente come sia urgente separare le carriere dei pubblici ministeri dai magistrati che fanno le sentenze, anche se ovviamente non è sufficiente per curare i mali della nostra giustizia.

Bisogna eliminare la crisi, anche di credibilità, che attraversa il nostro sistema giudiziario, anche se per colpa di una minoranza dei magistrati.
Occorre avviare una discussione senza pregiudiziali, nella quale anche chi è tradizionalmente contrario alla riforma, come PD e M5S, e chi sostiene ogni giorno di essere garantista, come IV, dovrà spiegarci le ragioni di un eventuale voto negativo.

E speriamo di non dover sentire le solite scuse sull’indipendenza della magistratura, sui rischi di mettere le procure sotto il controllo del Governo, ecc. La riforma, infatti, prevede due CSM distinti ma ugualmente identici, uno per la magistratura requirente e uno per la giudicante. I PM, quindi, resterebbero totalmente autonomi rispetto al governo, esattamente come oggi".

Il Commento di Andrea Mazziotti, responsabile Giustizia.