I nostri emendamenti al DDL delega fiscale

 

29 marzo 2022

 

Angiola: "Il fatto che gli esperti del Sole 24 ore esprimano istanze simili alle nostre non fa altro che confermare che abbiamo molto chiare le esigenze del mondo produttivo".

 

Gli interventi urgenti in tema di fiscalità di impresa, individuati e votati oggi da alcuni esperti di Telefisco del Sole-24 Ore sono molto interessanti. Su alcuni di essi, noi di Azione abbiamo già proposto alcuni emendamenti al Ddl di delega fiscale, ma dovremo quasi certamente ritirarli in quanto onerosi

Si tratta di interventi normativi che oggi assumono particolare rilievo a seguito della pandemia e della guerra in Ucraina: il superamento dell’attuale disciplina delle società di comodo e non operative, ormai legata a criteri anacronistici (emendamento 3.69); alla modifica, nel senso del suo ampliamento, della disciplina sulla deducibilità degli interessi passivi nel rispetto della ATAD1 e della disciplina UE Com (2016)685, considerato che tante imprese si sono indebitate e si trovano a pagare interessi molto più elevati, complice anche l’aumento dei tassi (emendamento 3.68); il rilancio della super Ace, con un coefficiente che potrebbe raggiungere il 50%, per agevolare il rafforzamento patrimoniale delle imprese (emendamento 3.70); il carry back delle perdite, in attuazione della raccomandazione UE 2021/801 e per attenuare i contraccolpi della pandemia (emendamento 3.67).

Il fatto che gli esperti del Sole esprimano analoghe istanze, non fa altro che confermare che Azione ha molto chiare in mente le esigenze del mondo produttivo in questo particolare momento. Se non passano adesso, nel primo provvedimento utile ci attiveremo per la riproposizione di tali emendamenti, per andare incontro a numerose imprese la cui gestione è stata messa a dura prova in questi anni.

Nunzio Angiola.

Tesseramento 2022 Azione