Le nostre priorità

Sanità

  • Nel 2025 mancheranno 597 medici, è necessario attivare misure di assunzione a breve termine per aumentare il numero di medici, infermieri e altri professionisti della salute.
  • Vogliamo potenziare l'assistenza territoriale, creare un modello di assistenza continuativa e investire nella telemedicina. Il paziente deve essere seguito sul territorio e ricorrere all'ospedale solo in caso di necessità.
  • Oggi più del 90% delle patologie sono legate a stili di vita errati e i soggetti affetti da multicronicità in Emilia-Romagna sono aumentati del 12,4% in 15 anni. Per questo vogliamo ridurre l’impatto delle malattie croniche, investendo su prevenzione e promozione della salute: campagne informative, educazione nelle scuole, promozione dell'attività fisica sul territorio.

Investimenti

  • Sosteniamo chi investe in digitale e ambiente con un Piano straordinario Industria 4.0 e un Green New Deal per tagliare del 30% le emissioni di CO2 entro il 2025.
  • Investiamo in infrastrutture: per una Regione industriale sono vitali per migliorare la viabilità locale e supportare le attività produttive, dal passante di Bologna, l’autostrada cispadana e la bretella autostradale Campogalliano-Sassuolo a ferrovie e porti per sviluppare una logistica intelligente.
  • Con le nuove tecnologie modernizziamo i procedimenti amministrativi, facilitando la vita di cittadini e imprese.

Formazione professionale

  • È fondamentale investire nelle competenze, per iniziare o ricominciare a lavorare.
  • La formazione professionalizzante deve essere a libero accesso, flessibile, organizzata in moduli brevi e orientata alle possibilità lavorative del territorio. Per questo serve una regia regionale a cui siano allineati i Centri per l’impiego.
  • Basta sfruttamento attraverso i tirocini.

Una Regione amministrata bene

Economia e lavoro
Istruzione
Sanità

Come si vota

I candidati consiglieri

Loading