Due Consiglieri comunali di Ancona escono da PD e aderiscono ad Azione

aderire ad Azione

"Dopo anni di militanza lasciamo il Partito Democratico. Una scelta sofferta ma inevitabile. Abbiamo provato in questo lungo periodo a restare dentro e combattere con tutte le energie, per ottenere un partito, che sempre più rappresentasse le fasce deboli e fare politica con spirito di servizio tra la gente. Non riconosciamo più questo partito, le sue dinamiche interne, sempre più lontano dal nostro pensiero politico. Per questi motivi, abbiamo scelto di uscire dal PD e dare le dimissioni irrevocabili da tutti gli organismi di partito. Aderiremo al gruppo misto dando sostegno sia all'amministrazione comunale che a quella provinciale e comincerà per noi una nuova avventura in Azione con Carlo Calenda e Matteo Richetti. La politica come servizio. Sempre". Lo dichiarano i consiglieri comunali Tommaso Fagioli e Jessica Amicucci, nello spiegare la loro scelta di uscire dal PD e aderire ad Azione.

"Azione ha un obiettivo chiaro: recuperare la rappresentanza di chi non vuole arrendersi a scegliere fra populisti e sovranisti. Per questo abbiamo deciso di partire coinvolgendo i cittadini nei Gruppi locali, le migliori professionalità della società civile e gli amministratori locali che sanno ogni giorno cosa significa gestire e risolvere i problemi. Perché la politica di chi sta sul territorio, come Fagioli e Amicucci, è il vero buongoverno e deve diventare anche il modello a livello nazionale", dichiara Carlo Calenda.

"L’adesione ad Azione di Tommaso Fagioli e Jessica Amicucci rafforza il nostro progetto politico e conferma il radicamento del partito sui territori a partire dalle Marche, che nei prossimi mesi affronterà la cruciale sfida delle elezioni regionali", dichiara Matteo Richetti.