Bene il Procuratore Generale Salvi sul clamore mediatico delle inchieste

Costa: "Ora il legislatore intervenga".

"Il Procuratore Generale Salvi questa mattina ha toccato con chiarezza una delle evidenti criticità dei processi penali, evidenziando che 'non sempre al clamore delle indagini e degli arresti ha però corrisposto pienamente la conferma nelle fasi successive. Questa discrasia, quando significativa, dovrà essere oggetto di attenta analisi in sede di ricerca dell'uniformità nell'esercizio dell'azione penale e quindi anche nelle indagini preliminari'.

Si tratta di un punto nevralgico che attiene alla presunzione di innocenza, calpestata da moltissimi pubblici ministeri con le loro dichiarazioni, conferenze stampa, videoriprese, audio di intercettazioni, apparizioni televisive. Bene ha fatto il Procuratore Generale a fare sentire la sua voce. Tocca ora al legislatore intervenire tempestivamente". 

Enrico Costa, Responsabile Giustizia

 

ISCRIVITI