Chiudiamo la stagione del bipopulismo

 

20 ottobre 2021

 

L'esito di queste elezioni evidenzia la scomparsa del 5S e la sconfitta della destra sovranista.

Il modo in cui il PD legge il risultato elettorale, cioè "si vince mettendo tutto insieme da Conte a Calenda", non mi convince affatto. L'esito di queste elezioni evidenzia invece la scomparsa politica del Movimento 5 Stelle e la sconfitta della destra sovranista. Occorre quindi rompere le alleanze con le forze anti sistema.

Così facendo, si può costruire un Fronte Repubblicano che metta insieme gli elettorati popolari moderati, liberali e socialdemocratici. Il Partito Democratico e Forza Italia devono però mostrare coraggio. Noi di Azione lavoreremo in questa prospettiva: chiudere la stagione del bipopulismo e aprire quella del riformismo pragmatico.

Innanzitutto, serve una legge elettorale proporzionale con sbarramento alto. Un sistema che probabilmente aiuterebbe anche a recuperare una parte dell'astensionismo.

GUARDA IL VIDEO:

A Enrico Letta dico poi di stare attento, perché la sconfitta di sovranisti e populisti risulterà vana se il PD continuerà a dare ossigeno ai 5 Stelle e a non capire che la frattura, oggi, si consuma tra l'elettorato responsabile, democratico ed europeista e chi cavalca disagio e paura. Sia a destra che a sinistra.

Il compito delle forze liberali è quello di trovare una sintesi. Per farlo occorre però prendere, tutti, una posizione netta sul rapporto tra politica e interessi privati e sul rinnovamento della classe dirigente

Non si può stare con Miccichè e Cuffaro in Sicilia e con Fico a Napoli. Altrimenti non è la versione italiana di Renew, ma la versione Toscana dell'Udeur

Coraggio. Rompete gli ormeggi.

Iscriviti ad Azione