Lombardia, Fontana si assuma le proprie responsabilità sulla mancanza dei vaccini anti-influenzali

Carretta: "Perché non sappiamo ancora nulla sull'ennesima gara per l'acquisto dei vaccini?"

"I funzionari della Giunta e delle Direzioni Generali hanno paura perché la Lombardia, da mesi, è sotto la lente di ingrandimento della Magistratura, come ricordato dai suoi legali nella missiva mandata in Procura.
.
Peccato che questa situazione l’abbia creata la politica dei pasticci, ricordate la vicenda camici o quella dell’affidamento diretto dei test sierologici?
Ecco, se in Lombardia oggi non si trovano vaccini anti influenzali, la colpa non è dei funzionari, non è della magistratura, ma delle (Ir)responsabilità politiche di Fontana e della sua Giunta.
.
P.S. Mercoledì 2 dicembre si è conclusa l’ennesima gara per l’acquisto di 700.000 mila dosi di vaccino. Perché non ne sappiamo ancora nulla? È arrivata qualche offerta o è andata buca anche questa?".
.
Così Niccolò Carretta, Consigliare Regionale Lombardia, riguardo la lettera che Attilio Fontana avrebbe mandato ai pubblici Ministeri che  che indagano su di lui per la vendita dei camici all’azienda del cognato. Come riportato dal Corriere della sera, il governatore avrebbe rivelato la paura dei funzionari per le inchieste in corso che rallenterebbe l’acquisizione di migliaia di dosi vaccinali per l’antinfluenzale.