Delirio Raggi su metro e autobus

Le parole di Vincenzo Camporni: "Chi controllerà l'afflusso su Metro e autobus a Roma?"

"La Sindaca Virginia Raggi, per risolvere la questione di come contingentare il numero dei passeggeri a bordo di treni e autobus nella capitale, ha chiesto alla Prefetta Pantalone addirittura l’utilizzo dell'Esercito ricevendone un secco rifiuto. E mentre Cotral ricorrerà alle assunzioni, l'Atac - che può disporre solamente di 250 verificatori in grado di coprire 50-60 accessi alla metropolitana su un totale di 125 - ha subito comunicato l'indisponibilità a farsi carico dei controlli sottolineando l'impossibilità di effettuare ispezioni su un parco di 1.400 macchine e 8.000 fermate".

"Perciò l’azienda si limiterà a organizzare dei presidi di contingentamento dei passeggeri solamente nelle stazioni di maggior afflusso ai capolinea di bus e tram. La Fase 2 è alle porte, sorgono già i primi problemi per i quali una soluzione in grado di fornire sicurezza a tutti i cittadini ancora non c'è. Rimane dunque la domanda: chi controllerà l'afflusso su Metro e autobus a Roma?". Così in una nota Vincenzo Camporini, membro del comitato promotore di Azione e già Capo di Stato Maggiore della Difesa.