Stadio Roma, iter fermo per incapacità della Sindaca Raggi

Calenda: "È inaccettabile che l'intera città paghi il conto dell'inettitudine di questa amministrazione comunale".

 

"Grazie alle faide interne al M5S in Campidoglio emerge finalmente la verità sullo Stadio della Roma: ovvero che l'iter per la costruzione dello stadio è inceppato per
manifesta incapacità della giunta Raggi e che ai tifosi romanisti non arriverà nessun 'regalo di Natale' come prometteva un mese fa la
sindaca per ingraziarseli".


"Una presa in giro che dura dal 2016, un pantano burocratico dovuto in gran parte all'approccio ideologico e al dilettantismo gestionale di Virginia Raggi. Pensate anche alla società e ai potenziali investitori: voi scegliereste di spendere centinaia di milioni di euro in una città in cui non si riesce a poggiare la prima pietra di uno stadio in 8 anni, quando altrove si costruisce in 3-4 anni? Basta, non è accettabile che l'intera città paghi il conto dell'inettitudine di questa amministrazione comunale'', il commento di Carlo Calenda.