Da Bruxelles ennesimo schiaffo alle politiche anti-mercato del Governo

Mazziotti: "Congelare le concessioni balneari è contrario alla normativa europea e scoraggia gli investimenti in un settore fondamentale".

"La lettera inviata oggi dalla Commissione europea sulle concessioni balneari è l'ennesimo schiaffo alle politiche anti-mercato, dirigiste e stataliste del governo Conte che stanno bloccando l'Italia, proprio quando servirebbe rilanciarne la competitività. Giustamente, la Commissione sottolinea che congelare le concessioni e impedire a nuovi operatori di competere, non solo è contrario alla normativa europea, ma significa scoraggiare gli investimenti in un settore fondamentale per l’economia del nostro Paese, causando anche una perdita di reddito per le autorità locali italiane. Non proprio un bel messaggio in un momento in cui avremmo bisogno di dimostrare di essere in grado di spendere in modo efficace le risorse che arriveranno col Recovery". 

Andrea Mazziotti, Responsabile Programma e Riforme Istituzionali