Giustizia, stop al processo mediatico

 

30 marzo 2021

 

Costa: "Voto in Aula unanime è una nostra vittoria".

"L'approvazione unanime (1 solo voto contrario) dell'emendamento di Azione e +Europa sulla presunzione d'innocenza è un grande risultato: uno stop forte e chiaro al processo mediatico, alle conferenze stampa dei Pm, ai video degli atti di indagine, ai nomi con cui si battezzano le inchieste, alle intercettazioni spiattellate sui giornali. Abbiamo resistito quando ci chiedevano di ritirare la nostra proposta, o quando ci dicevano che non sarebbe mai stata approvata. Ora tutti applaudono e sottoscrivono. Anche coloro che inizialmente si sono messi per traverso". 

"Dopo mesi di battaglia parlamentare di Azione e del nostro responsabile Giustizia, Enrico Costa, oggi a Montecitorio e' stato approvato all'unanimità il nostro emendamento per recepire la direttiva europea del 2016 sulla presunzione d'innocenza. E' un grande vittoria per Azione e tutti i garantisti e liberali d'Italia. Ricordo che non stiamo parlando di un principio eversivo visto che e' l'articolo 27 della Costituzione a sancire che 'l'imputato non e' considerato colpevole sino alla condanna definitiva'. Principio puntualmente disatteso oggi. Ringrazio Enrico Costa per la sua perseveranza e la Ministra Cartabia per aver definitivamente archiviato il giustizialismo di Bonafede", il commento di Carlo Calenda.

Enrico Costa, Responsabile Giustizia 

GUARDA IL VIDEO

 

ISCRIVITI

Campagna tesseramenti 2021 Azione

Iscriviti ad Azione