Smettiamo di chiamarli giovani

 

02 luglio 2021

 

Calenda: "I giovani sono giovani fino a 18 anni, dopo sono uomini e vanno trattati come uomini e donne, con rispetto."

A 18 anni non possiamo ancora chiamarli giovani. Sono uomini e donne e come tali vanno trattati, affidandogli responsabilità. Vengono usati come bandierine elettorali dagli stessi che poi fanno leggi che gli fregano la vita. Basta con la retorica paternalistica.

GUARDA IL VIDEO

 

Iscriviti ad Azione