Azione Impresa

Proposte concrete per gli Stati generali.

Fiscalità ed incentivi

-restituzione sotto forma di contributo a fondo perduto del II° acconto di novembre 2019 dell’IRAP e dell’IRES e conferma della cancellazione del versamento del saldo 2019 e del I° acconto 2020 dell’IRAP alle imprese che attestano di aver subito una riduzione dell’attività economica causa COVID. Sostituisce tutte le misure a fondo perduto del DL Rilancio.

-ripristino integrale dell’iperammortamento e del superammortamento del Piano Impresa 4.0 con aliquote indifferenziate per dimensione degli investimenti ed estensione ad almeno tre anni del periodo di validità degli incentivi;

-Ripristino e rafforzamento di tutti gli altri elementi del Piano originario.

-inclusione degli investimenti ammessi nel Piano Impresa 4.0 di quelli legati all’economia circolare, alla decarbonizzazione, all’innovazione ambientale e alle tecnologie abilitanti lo smart working;

-introduzione di un rendimento ACE del 7% sui nuovi apporti di capitale effettuati nel 2020-2021;

-eliminazione del limite dei 5 milioni di euro di ricavi per l’accesso ad ogni misura del Governo che attualmente preveda tale limite;

 

Bilancio

-sospendere, su richiesta dell’imprenditore, tutti gli ammortamenti di conto economico dell’esercizio 2020. L’ammortamento non effettuato nel 2020 verrebbe spostato all’esercizio successivo, allungando il piano di ammortamento inziale di un anno. La misura deve inoltre essere neutralizzata a livello fiscale: le imprese che con minori costi si trovassero con un imponibile maggiore nel 2020 non pagherebbero maggiori tasse.

 

Credito

-introduzione di un meccanismo, attivabile su richiesta dell'imprenditore, di convertibilità automatica dei finanziamenti garantiti dallo Stato. Nel caso in cui il debito diventi insostenibile, l’imprenditore avrà la possibilità di richiedere (i) il pagamento della garanzia dello Stato alla banca e (ii) la conversione del corrispondente credito dello stato in strumenti di partecipazione, senza diritti di voto, ma con il diritto a ricevere un rendimento garantito sui futuri dividendi. Gli strumenti saranno riscattabili in qualsiasi momento a scelta dell’imprenditore; 

-istituzione di una garanzia statale diretta sui finanziamenti bancari non garantiti al 100%, eliminando ogni tipo di intermediazione pubblica (SACE) oggi in vigore;

-Introduzione della soglia del 130% al posto dell’attuale 110% per la sostituzione di esposizione non garantita con il nuovo schema di garanzie pubbliche;

-introduzione della cedibilità dei crediti d’imposta alla BEI (Banca Europea degli Investimenti) in via diretta o intermediata;

-esclusione dell’applicabilità delle norme penali in materia fallimentare con riguardo alle operazioni di finanziamento effettuate in conformità a quanto previsto dal DL Liquidità;

Rispetto al mese precedente, a marzo 2020 i prestiti alle imprese italiane sono cresciuti di 16,3 miliardi di euro, contro i 19,3 della Germania, i 35 della Francia e i 15,3 della Spagna. Ad aprile 2020 invece, rispetto al mese precedente, i prestiti alle imprese italiane sono cresciuti di 5,6 miliardi di euro contro i 7,7 della Germania, i 24,3 della Francia e i 20,1 della Spagna.

 

Ammortizzatori e politiche sociali

-introduzione dei permessi retribuiti con anticipazione bancaria per supplire ai ritardi della Cassa Integrazione in Deroga;

-sostituzione del Reddito di Emergenza con l’utilizzo dei fondi UE (c.a. 6,7mld/€) utilizzabili senza cofinanziamento nazionale da distribuire ai Comuni per interventi di edilizia scolastica e politiche sociali;

-sostituzione del Reddito di Cittadinanza (RDC) con il Reddito di Inclusione (REI) e conseguente licenziamento dei navigator;

-riattivazione dell’AdR (assegno di ricollocazione) per beneficiari di NASPI con le coperture da Fondo Sociale Europeo (FSC);

-Utilizzo dei fondi SURE per piani di riqualificazione professionale dei lavoratori in cassaintegrazione;

-allineamento tra blocco delle procedure di licenziamento e durata degli ammortizzatori sociali;

 

Lavoro e Istruzione

-ripristino dell'ordinamento pre-Decreto Dignità in materia di contratti a termine;

-riduzione del 10% del costo del lavoro per le imprese che non licenziano nei 24 mesi successivi al blocco dei licenziamenti;

-potenziamento ITS con target 100k studenti e rifinanziamento Digital Innovation Hub e Competence Center;

 

Normative ambientali

-uniformazione normative ambientali a livello nazionale attraverso accordo con Regioni e limitazione utilizzo Gold Plating;

 

PA, Giustizia Civile e Semplificazioni Fiscali

-Pagamento di tutti i debiti della PA verso i fornitori;

-Applicazione del rito del lavoro, debitamente adattato, a tutte le cause civili monocratiche, sia nella fase di primo grado sia in fase in appello. Introduzione di meccanismi sanzionatori aggravati per la lite temeraria nei giudizi aventi ad oggetto debiti commerciali.

-Bloccare l'esecutività degli accertamenti. L’esecutività degli accertamenti tributari deve essere eliminata per l'anno 2021, in modo da concedere maggiore respiro alle imprese che si vedessero anche colpite da un accertamento tributario;

-Estendere alle medie imprese l’accordo preventivo sulle tasse da pagare. Oggi solo le imprese con fatturato sopra ai 5 mdi possono accedere al regime di “adempimento cooperativo“ che consente di mettersi d’accordo in anticipo con l’autorità fiscale sul carico fiscale. Bisogna abbassare questa soglia e includere quanto meno le imprese con un fatturato fino a cento milioni di euro. Nel medio termine estendere questo meccanismo a tutti i contribuenti per trasformare le autorità fiscali in soggetti che cooperano coi contribuenti anziché concentrarsi solo sulla repressione;



 

AUTOMOTIVE

Un miliardo di euro per incentivi alla rottamazione proporzionati alla classe ambientale di partenza per la transizione verso motori euro 6, ibridi ed elettrici.

Detraibilità totale dell’IVA su acquisti almeno euro 6 di auto aziendali o di partite IVA, aumentando il tetto della deducibilità a 50.000 euro sul modello dell’Ecobonus.

Aumentare le infrastrutture di ricarica presenti sul territorio (standard e fast-charge) aumentandone il rapporto da 0,9/100km a 7/100km (rapporto della Germania)

Fast track per garanzie


 

TURISMO

Estensione del credito di imposta affitti a luglio, agosto e settembre ed applicazione anche ad Agenzie di Viaggio e ai Tour Operator

Estensione ammortizzatori sociali fino a marzo 2021

Eliminare la condizione di esclusione dallo sgravio IMU se proprietà e gestione non coincidono ed applicarla indistintamente a tutti gli immobili classificati nella categoria catastale D/2

Fast track per garanzie


 

RETAIL E COMMERCIO

Estensione del credito di imposta affitti a luglio, agosto e settembre

Estensione ammortizzatori sociali fino a marzo 2021

Fast track per garanzie


 

INDUSTRIA DELLA MODA

campionari, collezioni e prototipi come spese di Ricerca e Sviluppo soggette a credito d’imposta

Rafforzamento Piano Straordinario Fiere introdotto nel 2015

Contratto di Apprendistato ad hoc con defiscalizzazione totale per tre anni

Scorte: possibilità di svalutare il prodotto finito e i resi, con l’introduzione della rottamazione dei magazzini senza pagamento dell’IVA (autofatturazione)

Fast track per garanzie


INFRASTRUTTURE

Semplificazione del Codice Appalti: eliminazione del Gold-Plating, (ossia delle restrizioni e limitazioni ulteriori rispetto alla disciplina comunitaria e direttrici UE di riferimento 23, 24 e 25 del 2014, ivi incluso, ad es. estensione appalto integrato, innalzamento soglie affidamento diretto, possibilità di subappalto).

Abrogazione delle linee guida ANAC e revisione delle competenze ANAC su fattispecie analoghe a quelle comunitarie ma c.d. puramente interne.

Nomina dei commissari straordinari per le Opere Prioritarie.

Banda larga: incentivi diretti all’offerta su distretti industriali in aree grigie

Revisione del reato di abuso di ufficio, limitazione responsabilità contabile dei funzionari al dolo per danno erariale e introduzione dell’obbligo di realizzare le opere interessate da ricorsi del TAR in assenza di sospensiva.

Accelerazione progetti di metropolitane, tram, piste ciclabili previste da PUMS delle Città Metropolitane

Fast track per garanzie


 

METALLURGIA

Incentivazione all’acquisto del rottame ai fini del processo di decarbonizzazione e circolarità dell’industria siderurgica

Incentivazione fiscale sullo scrap burden finalizzata a trattenere in Europa il rottame prodotto.

Compensazione finanziaria dei costi di CO2 indiretti prevista da Direttiva Comunitaria UE (Dir. 2003/87/CE)

Garantire la continuità delle misure su InterrompibilitàInterconnector ed Energivori per agevolare la gestione del sistema elettrico

Rafforzamento certificati bianchi

Fast track per garanzie


 

ENERGIA E AMBIENTE

Esecuzione delle infrastrutture gas e di altra natura previste nella SEN 2018 e nel PNIEC per efficientamento energetico, anticipo uscita dal carbone al 2025, sicurezza degli approvvigionamenti, costo dell’energia, obiettivi ambientali.

Costruzione dell’ infrastruttura per l’idrogeno. La Germania sta investendo 9 miliardi per diventare leader mondiale dell’idrogeno.

Procedure di project financing semplificate per gli interventi che riguardano la riqualificazione energetica di scuole e uffici pubblici e la successiva gestione attraverso contratti di rendimento energetico (EPC) e il coinvolgimento di ESCO e imprese edilizie.

Recepimento Direttiva europea su comunità energetiche e autoproduzione da fonti rinnovabili per imprese, famiglie, enti locali

Creazione di un Fondo di garanzia per l'efficienza energetica per le famiglie dedicato agli interventi per edilizia e mobilità elettrica

Fast track per garanzie


 

SPETTACOLO

Passaggio da FUS (Fondo Unico dello Spettacolo) a Credito d’Imposta per lo Spettacolo dal Vivo su modello di quanto già previsto per il Cinema e Audiovisivo.

Estensione ammortizzatori sociali fino a marzo 2021

Estensione del credito di imposta affitti a luglio, agosto e settembre

Fast track per garanzie