3 mesi in Azione

Carlo Calenda

Torno a scriverti dopo qualche tempo e lo faccio in un momento delicato per l’Italia.

Sulla gestione del Coronavirus sono stati commessi alcuni errori. Ora però è il momento di stare uniti e siamo felici che il nostro Walter Ricciardi stia collaborando con il Governo. L’emergenza che stiamo vivendo dimostra l’importanza di mettere il Servizio Sanitario Nazionale al centro dell’azione politica.

Ultimamente si è parlato molto di alleanze e voglio fare chiarezza. A livello nazionale .

Azione non è disposta ad allearsi con chi governa con i populisti
, né con il Partito Democratico - schiacciato sulla linea dei 5 Stelle - né con Italia Viva, che sta dimostrando poca serietà nell'attaccare quotidianamente un Governo che ha fatto nascere.

Nelle elezioni regionali ci batteremo insieme al centrosinistra, a due condizioni molto chiare: niente 5 stelle in coalizione e candidati di qualità. Così abbiamo fatto in Emilia-Romagna e così faremo in Veneto. In Puglia, al contrario, non possiamo sostenere un candidato come Emiliano, che incarna il peggior populismo e chiediamo al PD di ritirarlo.

La situazione economica dell’Italia è molto delicata, lo era già prima dell’emergenza Coronavirus. Chiuderemo l’anno in recessione e serve una terapia d’urto, di cui non si ha notizia. Non abbiamo molte speranze che questo Governo possa invertire la rotta, dopo mesi passati a occuparsi più della propria sopravvivenza che dei problemi degli italiani.

Azione ha compiuto 3 mesi e continua a crescere, con decine di migliaia di iscritti, più di 200 Gruppi da Messina a Trento.

Ultimamente si è parlato molto di alleanze e voglio fare chiarezza. A livello nazionale e già 70 eventi all’attivo. Non ci sono scorciatoie per dare una voce all'Italia seria e scardinare il bipolarismo tra populisti e sovranisti. Sarà un percorso lungo e faticoso, come quello di tutte le sfide che vale la pena di combattere. Per vincere abbiamo bisogno di te, entra in Azione.

Ultimamente si è parlato molto di alleanze e voglio fare chiarezza. A livello nazionale 
.

Grazie,

Carlo Calenda